I vincitori dell’edizione 2021!

Tutto pronto per l’evento che celebra i migliori Pinot Nero annata 2018 d’Italia, uno dei primissimi eventi del vino in presenza che si terrà dal 12 al 14 giugno 2021, nella splendida cornice dei paesi vitivinicoli di Egna e Montagna in Alto Adige.

Proclamati i vincitori dei TOP10 del Concorso nazionale del Pinot Nero: la classifica conferma l’alto potenziale di alcune zone altoatesine e dimostra che ogni Pinot Nero di qualità può avere qui la sua occasione di successo.

Per la 23a volta, dal 12 al 14 giugno i paesi del vino di Egna e Montagna in Alto Adige preparano il palcoscenico per l’evento che incorona i migliori Pinot Nero d’Italia. “Vedere realizzarsi uno dei primi eventi dedicati al vino in Italia dopo i mesi appena trascorsi rende le Giornate del Pinot Nero 2021 un evento ancora più sentito e partecipato” – afferma Ines Giovanett, Presidente dell’Associazione Pinot Nero Alto Adige. “Siamo entusiasti ed orgogliosi di vedere salire su questo palcoscenico produttori e vignaioli di tutta italia che con il loro lavoro rendono omaggio ogni giorno a questo vitigno così pregiato.”

Il programma, che quest’anno prevederà degustazioni e masterclass nel pieno rispetto della normativa anti Covid oltre che la prima edizione del “Master del Pinot Nero”, concorso organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier AIS, si aprirà sabato 12 giungo con la premiazione della TOP10 del Concorso Nazionale Pinot Nero i cui risultati sono stati oggi resi noti. Una classifica di altissima qualità che premia la produzione altoatesina e aostana ma che al contempo ribadisce quanto le Giornate del Pinot Nero siano diventute nel tempo il momento celebrativo per eccellenza di questo vitigno di pregio.

“Il Pinot nero di Aosta, Alto Adige e Trentino sono arrivati ​​in finale. In termini di punteggio, i vini finalisti  – in particolare i TOP10 – sono molto vicini tra loro, a dimostrazione del fatto che la competizione si caratterizza per un livello qualitativo estremamente alto”, racconta Ines Giovanett riassumendo il verdetto della giuria composta da 35 enologi provenienti da tutta Italia che hanno degustato e valutato tutti i vini alla cieca e in diverse sequenze. 95 i produttori di vino coinvolti complessivamente al Concorso provenienti da 10 regioni (Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Abruzzo) che hanno presentato la loro annata 2018 di Pinot Nero, un numero mai raggiunto prima. “Siamo molto lieti che un numero record di viticoltori abbia aderito al concorso, sinonimo per noi del grande desiderio di confronto che anima i produttori di Pinot Nero nel nostro paese”, afferma Ines Giovanett.
Risultati Concorso Nazionale Pinot Nero – annata 2018:

Sieger 2021

 

Anche i Pinot Nero dei seguenti produttori (in ordine alfabetico) hanno raggiunto la finale:

– Aosta: Grosjean Vins

– Alto Adige: Brigl Josef, von Blumen, Castelfeder, Erste + Neue, Klosterhof, Merano, Muri-Gries, Plonerhof, Schreckbichl

– Trentino: Cantanghel, Cavit, Riva del Garda

23ª edizione delle giornate altoatesine del Pinot Nero

TUTTO PRONTO PER LA 23ª EDIZIONE DELLE GIORNATE ALTOATESINE DEL PINOT NERO

 

Dal 12 al 14 giugno 2021, nella splendida cornice dei paesi vitivinicoli di Egna e Montagna in Alto Adige, andranno in scena i migliori Pinot Nero d’Italia. Protagonista: l’annata 2018.

In programma degustazioni e masterclass nel pieno rispetto della normativa anti Covid.

New entry di questa edizione il “Master del Pinot Nero”, concorso organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier AIS.

 

 

Anche quest’anno, dal 12 al 14 giugno, i paesi vitivinicoli di Egna e Montagna in Alto Adige ospiteranno le Giornate Altoatesine del Pinot Nero, evento che rende omaggio ai migliori Pinot Nero d’Italia durante il quale viene messa a confronto la produzione nazionale di questo pregiato vitigno. 95 i produttori di vino coinvolti provenienti da 10 regioni d’Italia: Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Abruzzo.

“Siamo davvero onorati e felici di poter svolgere questa 23esima edizione in un periodo così particolare.  – racconta Ines Giovanett, Presidente del Comitato Organizzatore delle Giornate del Pinot Nero. “Un sentito grazie va a tutti i produttori che quest’anno hanno risposto con grande entusiasmo a questo appuntamento. Un’occasione che speriamo possa rappresentare anche un segnale positivo di ripresa e slancio per tutto il settore vitivinicolo.”

La 23esima edizione si inaugurerà sabato 12 giugno con la proclamazione della TOP10 del Concorso nazionale del Pinot Nero che sancirà i primi 10 migliori Pinot Nero dell’annata 2018 a partire dalla selezione avvenuta a fine aprile e realizzata da 35 enologi provenienti da tutta Italia. L’elaborazione dei giudizi sarà curata dal Centro di Sperimentazione Laimburg con la supervisione di Ulrich Pedri, direttore della sezione enotecnica.

Grande attesa, quest’anno, anche per il debutto del primo ”Master del Pinot Nero“. Il concorso, organizzato per la prima volta dall’Associazione Italiana Sommelier AIS, prevede un esame scritto e sensoriale che permetterà al vincitore di partecipare al concorso “Miglior Sommelier d’Italia AIS“. “L’interesse dimostrato dall’Associazione Italiana Sommelier AIS a collaborare per il debutto di tale concorso nell’ambito delle Giornate del Pinot Nero evidenzia il fascino e l’importanza di questo particolare vitigno nonché della nostra manifestazione. Una dimostrazione di apprezzamento di cui siamo grati e che ci motiva ancora di più nel percorso che stiamo portando avanti“, afferma Ines Giovanett.

Nonostante la pandemia, il Comitato organizzatore sta inoltre lavorando per consentire anche al pubblico di appassionati e winelovers di partecipare durante i tre giorni a masterclass e degustazioni in piccoli gruppi e previa iscrizione, conformemente alle misure di sicurezza vigenti.

 

Programma e informazioni disponibili qui.